Quanto incide il tempo di caricamento di un sito web sulla tua strategia marketing

Ci concentriamo nelle migliori strategie di web marketing, avviamo campagne sponsorizzate sui social e poi ci accorgiamo che i nostri potenziali clienti non convertono. Dov’è il problema? Che succede?

Prima di cestinare tutti i tuoi progetti prova a immedesimarti nei panni del cliente, perché il problema potrebbe essere più semplice di quanto possa pensare. Forse la causa è legata alla velocità del tuo sito. In poche parole, il tuo sito è troppo lento per questi tempi. Molto spesso infatti, i potenziali clienti dopo aver visualizzato un contenuto sponsorizzato cliccano sul post, ma abbandonano la navigazione perché la landing page non viene caricata correttamente o il sito ha un tempo di caricamento troppo lungo.

Un sito che si carica lentamente non piace ai nostri clienti e neanche a Google. Il consumatore moderno è abituato ad avere tutto a portata di mano, velocemente. E in un’era in cui il web ci sottopone a una quantità spropositata di informazioni alla massima velocità, se non troviamo subito ciò di cui abbiamo bisogno la nostra ricerca si sposta altrove. E così anche il cliente, se non visualizza velocemente una pagina web l’abbandona e cerca lo stesso prodotto nei siti dei competitors.

E non è finita qui. Il comportamento “anomalo” del cliente che abbandona velocemente il sito genera una serie di conseguenze negative anche dal punto di vista SEO. Google infatti, notando che i clienti cliccano sul tuo sito e poi lo abbandonano velocemente, scredita i tuoi contenuti, giudicandoli poco rilevanti. Di conseguenza il sito perde di visibilità, con brutte sorprese in termini di posizionamento e page ranking. Insomma un bel danno!

 5-motivi-velocità-sito-brand-soda


Velocità dei siti: la parola ai consumatori

Un recente studio effettuato tra oltre 700 consumatori dimostra quanto la velocità di caricamento di un sito web sia un requisito fondamentale, con queste interessanti conclusioni:

  • L’85% dei siti web impiegano molto più dei 5 secondi raccomandati da Google
  • Più della metà dei consumatori abbandona la pagina web se impiega più di 3 secondi per il caricamento.
  • Il 50% dei consumatori afferma che prova a ricaricare la pagina web al massimo una volta se un sito impiega più di 3 secondi per caricarsi; il 22% chiude immediatamente la sessione e 14% sposta la ricerca su siti web dei competitors.
  • Il 70% dei consumatori afferma che la velocità di caricamento di un sito influenza il loro processo di acquisto.
  • Chi usa dispositivi Android sembra essere più paziente rispetto a chi usa IOS: il 61% dei consumatori che usa Android è disposto ad attendere fino a 13 secondi per visualizzare un sito, questo accade solo per il 36% dei consumatori che usa IOS.

Il messaggio è chiarissimo: i clienti hanno fretta e non sono disposti ad aspettare che il tuo sito si carichi, anche se sei il loro rivenditore di fiducia.

Quindi prima di progettare e avviare qualsiasi tipo di progetto di web marketing ti consigliamo di avere un sito che possa sostenere le aspettative dei tuoi consumatori, in questo modo offrirai un servizio migliore ed eviterai di danneggiare l’immagine della tua azienda!