Quali sono i contenuti che attraggono gli utenti su facebook?
Come possiamo generare più interazione con i nostri follower?

Domande da cento milioni di dollari… Facebook, il gigante blu dei social media, è in continua evoluzione e nessuno sa definire delle vere e proprie regole per generare traffico. Possiamo però analizzare i dati e studiare dei possibili scenari da sperimentare.

In un recente studio della piattaforma social analytics Quintly, sono emerse informazioni interessanti sui trend di facebook. Lo studio è stato svolto durante il 2018 e sono stati analizzati ben 94.000 pagine di diverso genere e oltre 105 milioni di post su facebook.  In questa analisi sono stati presi in considerazione la tipologia delle pubblicazioni, la lunghezza dei post, l’orario di pubblicazione

engagement-facebook

 

Tipologia di pubblicazione su facebook: post video VS post link

Dallo studio di Quintly è emerso che quasi il 55% dei post pubblicati su Facebook contengono link, il 29% contengono immagini, mentre solo il 14% sono post video. La situazione però viene completamente ribaltata in termini di engagement: sono proprio i video a generare più interesse tra gli utenti, seguiti da post di immagini, post di stato, e infine post con link. In particolare i video hanno la maggior percentuale di engagement con il 65% di interazioni in più rispetto ai post di sole immagini. I contenuti con link invece hanno il 72% di interazioni in meno rispetto ai post video. Insomma una bella differenza.

Ma se i post video generano più engagement perché si continua a pubblicare post con link? Prima di tutto perché la maggior parte delle aziende inserisce i link nei post per invitare gli utenti facebook a visitare il proprio sito, ma soprattutto perché produrre video di qualità, soprattutto se si parla di video storytelling, non è così facile, sono necessarie competenza e qualità, sia nei contenuti che nelle attrezzature.

Il nostro consiglio? Affidarvi a professionisti del mestiere che sappiano produrre una buona strategia di video e che sappiano adattarlo al vostro target di riferimento.

 

Lunghezza dei post su facebook: Less is more!

L’analisi di Quintly sui post ha anche svelato dati interessanti sulla lunghezza del testo. I post con una lunghezza tra i 50 e 150 caratteri sono oltre il 40%, i post compresi tra i 150 e i 300 caratteri sono solo il 25%, mentre i post compresi tra 1 e 50 caratteri sono appena il 13%. Da qui si evince che i post troppo lunghi o troppo corti non generano interazione. La lunghezza da tenere in considerazione per generare una maggiore interazione su Facebook è quella compresa tra i 50 e i 150 caratteri.

 

Quando pubblicare post su facebook per avere più engagement?

L’analisi di Quintly effettuata su 94.000 pagine e oltre 105 milioni di post tiene presente anche dei giorni in cui gli utenti sono più attivi su facebook. Lo studio conferma che nel weekend gli utenti interagiscono il 13% in più rispetto agli altri giorni della settimana. In effetti nel weekend gli utenti hanno più tempo libero e quindi dedicano più tempo anche alla navigazione sui social.

Queste sono le informazioni più rilevanti emerse dallo studio di Quintly. Noi vi invitiamo a verificare queste tendenze per adattare il più possibile contenuti e tempistiche al vostro target di riferimento.